14 Marzo 2021

Medaglia D’oro per Rigoli al MUNDUS VINI

Mundus vini premia RIGOLI con la medaglia d’Oro, ecco l’articolo del “Il Tirreno” che ci omaggia:
mundus vini

Ancora un podio mondiale per i vini Rigoli. L’Assiolo 2016 e il Montepitti 2017 hanno vinto la medaglia d’oro al concorso internazionale “Mundus vini”. Un altro grande riconoscimento dopo la medaglia d’argento che i due vini della cantina di Campiglia mma hanno conquistato lo scorso anno al “Concorso mondiale dei vini” di Bruxelles.

“Mundus vini” è una delle competizioni mondiali più famose del settore. Si tiene a Düsseldorf, in Germania, due volte l’anno, a fine febbraio e ad agosto e vede ogni anno la partecipazione di oltre 11mila vini provenienti da tutto il mondo. Vengono divisi in categoria di prodotto e provenienza, e assaggiati da giuria internazionale qualificata, composta da enologi, viticoltori, rivenditori specializzati, sommelier e giornalisti del settore, nell’ambito di una degustazione a bottiglia anonima: i giurati esprimono poi un punteggi, per qualità e gusto, secondo il metodo di valutazione internazionale di 100 punti dell’Organizzazione internazionale della Vigna e del Vino (Oiv), riconosciuto anche dall’Unione Internazionale degli Enologi (Uioe). 

Così i vini della cantina Rigoli hanno conquistato i giurati e portato un po’ di Val di Cornia in una delle più prestigiose vetrine del mondo. “Le due medaglie d’oro per l’Assiolo 2016 e il Montepitti 2017 – riferisce al Tirreno Niccolò Pini (36 anni), che col babbo Nelusco (70) e il fratello Edoardo (32) conduce l’azienda – ci riempiono d’orgoglio e aggiungono ancora più valore, rispetto alle premiazioni ricevute solo lo scorso anno, al percorso di crescita che la nostra azienda sta facendo per farsi conoscere non solo in Italia, ma anche all’estero, partecipando appunto a concorsi internazionali”.

Il “Mundus vini”, solo per parlare della partecipazione più recente, ha l’obbiettivo di promuovere la qualità e la commercializzazione dei vini partecipanti. 

“Portare in competizioni del genere – precisa – la nostra azienda e soprattutto l’intera Val di Cornia rappresenta una bella occasione per far conoscere un territorio che già in molti conoscono ma che merita di essere maggiormente apprezzato”. La cantina Rigoli sta investendo molto nella sua internazionalizzazione e i riconoscimenti ottenuti sono una conferma ma anche lo stimolo a continuare in questa direzione. “Stiamo aprendo canali commerciali verso l’Asia, in Corea del Sud – aggiunge Niccolò – proprio in un’ottica di accrescimento dell’azienda. Un accrescimento che viene appunto dal territorio, la Val di Cornia dà prodotti di grande qualità e quindi piano piano, con questi premi, enologi, esperti, ristoratori, appassionati stanno sempre più apprezzando i vini locali”.

Quest’anno, l’organizzatore del concorso, la casa editrice Meininger, terrà la cerimonia di premiazione del 2021 virtualmente. Normalmente, la direzione di “”Mundus vini” consegna i certificati personalmente ai viticoltori durante l’apertura della fiera leader mondiale “ProWein” a Düsseldorf, che quest’anno non può aver luogo.

“Le medaglie d’oro vinte dall’Assiolo 2016, igt Toscana, e dal Montepitti 2017, che è un doc Val di Cornia – spiega Niccolò Pini – sono per noi un importante risultato, perché frutto di un grande lavoro della nostra famiglia per cercare di migliorare i vini e di migliorare la nostra azienda.  A piccoli passi perché comunque non è facile emergere rispetto alle grandi cantine che ci sono al mondo, ma piano piano penso riusciremo a farci notare sempre più e a far vedere che la nostra cantina ha ottimi vini da poter apprezzare”.
Articolo tratta da “Il Tirreno”
Autore: Annalisa Mastellone

Altre storie

annusare-vino

Rosaria Cavalieri, un’intervista tra memoria, sensi e linguaggio

Rosaria Cavalieri prof. ordinario all’ Università di Filosofia e Teoria dei linguaggi di Messina. Da anni si occupa di olfatto e gusto, sensi considerati minori, per comprendere in che modo influenzano La Nostra conoscenza E i Nostri comportamenti. Tra i suoi numerosi saggi: il Naso intelligente. che cosa ci...

vinitaly 2018

Ufficiale: Vinitaly posticipato al 2022

Oggi è ufficiale quello che ormai da tempo operatori, cantine e produttori immaginavano, il Vinitaly nel 2021 non si farà. Troppi rischi a causa della pandemia in corso e di conseguenza anche poca partecipazione, ecco il comunicato di Veronafiere: Verona, 16 marzo 2021.Veronafiere posticipa al 2022 la 54ªedizione di...

Newsletter

Iscriviti alla newsletter.

Privacy: Acconsento al trattamento dei dati personali

La parola del momento