17 Luglio 2018

Due medaglie D’Oro per Rigoli alla “Selezione del Sindaco”

medaglie d'oro

Due medaglie D’Oro.
Autocelebrarsi non è nello stile della nostra Azienda, ma quando la dedizione e la passione che mettiamo nel fare il nostro lavoro vengono riconosciuti, è giusto renderne merito.
Per questo motivo vogliamo condividere con  voi la nostra soddisfazione nell’aver ricevuto alla competizione “ La selezione del Sindaco” dell’associazione nazionale Città del Vino, due medaglie D’Oro.
La prima è una conferma, il nostro Passito di Ansonica DOC Magistro 2016, dopo che nelle passate edizioni aveva già ricevuto le medaglie d’oro, si riafferma anche questo anno. La seconda dà ancora più prestigio e orgoglio alla nostra azienda, in quanto premia il Testalto Val di Cornia Rosso DOCG 2013. Un vino rosso a prevalenza Sangiovese che esprime tutte le caratteristiche della nostra zona e della costa Toscana, che abbiamo presentato proprio per valorizzare al meglio la Val di Cornia.

Il concorso vedeva in competizione più di 500 aziende con 1200 vini provenienti da ogni regione d’Italia e da altri paesi europei. La selezione, che ha visto impegnati 84 commissari degustatori, si è svolto a Canelli, in Piemonte e la premiazione è avvenuta nella prestigiosa location di Palazzo Madama a Torino.  A ritirare il premio, Nelusco ed Edoardo per l’azienda con il Sindaco di Campiglia M.ma Rossana Soffritti.

Altre storie

memoria olfattiva

L’assaggio dei vini nuovi, tra conferme e sorprese

Il mese di gennaio del 2021 inizia per la nostra azienda con un consueto appuntamento: l’assaggio dei vini ottenuti dall’ultima vendemmia al fine di  preparare  gli imbottigliamenti e gli affinamenti. Questa operazione è un momento molto importante per ogni azienda vinicola perché rappresenta un po’ la cartina tornasole di...

legumi_salutari-e1455790646185

Legumi, quale abbinamento con i vini del centro Italia

I LEGUMI: QUANDO SI DICE CADERE A FAGIOLO Freschi o secchi? Questo è il dilem­ma: se sia da preferire una cioto­la di fave fresche e tenere appena sgusciate, dolci, sposate a piccoli bocconi di pancetta e di formaggio fresco – in Toscana cacio baccellone – oppure sfidar la bilancia...

eroica

Viticoltura eroica, il giro dell’Italia tra i vigneti “scomodi”

UNA VITICOLTURA CHIAMATA EROICA INTERVISTA A ROBERTO GAUDIO, PRESIDENTE USCENTE DI CERVIM È la viticoltura eroica delle zone particolarmente difficili, come montagna e piccole isole, e così è stata definita dall’articolo 7 del Testo Unico del Vino (L. 238/2016) e dal Decreto attuativo emanato a inizio estate, mu­tuando un’espressione...

Newsletter

Iscriviti alla newsletter.

Privacy: Acconsento al trattamento dei dati personali

La parola del momento