7 settembre 2016

E’ iniziata la Vendemmia 2016 all’Azienda Rigoli

La Vendemmia 2016 dell’Azienda Rigoli è iniziata il 5 settembre, anche questa sarà un’annata da ricordare. La stagione primavera/estate è stata calda e con poca umidità, le precipitazioni sono state scarse ma non hanno intaccato lo sviluppo biologico della pianta e la qualità dell’uva, questo ha limitato la presenza di agenti patogeni.IMG_9578

Il clima asciutto ha comportato un anticipo dell’inizio della raccolta di circa 10 giorni per alcune varietà: il Merlot è stato il primo ad essere lavorato, questo si presentava con grappoli corposi e compatti, il mosto ha rivelato da subito un inteso colore e aromi di frutta rossa con un buon equilibrio tra acidità e zuccheri con un grado potenziale di 14,5%.
Dopo il Merlot, il Vermentino. Anche i grappoli di questo vitigno erano quasi totalmente privi di difetti e la sfogliatura di giugno ha garantito una maturazione omogenea e gli acini si presentavano con la classica doratura.
La vendemmia proseguirà ancora fino ai primi di ottobre con la raccolta dell’Ansonica che sarà destinata alla produzione del Magistro, a seguire il Sangiovese e il Cabernet.

Altre storie

Calici di Stelle 2017 Suvereto-1

Calici di stelle l’Azienda Rigoli a Suvereto e Campiglia mma

Con il mese di agosto arriva l’immancabile appuntamento di Calici di stelle nella notte di San Lorenzo. L’azienda Rigoli sarà presente sia a Suvereto che a Campiglia mma. Quest’anno il borgo suvertano propone nel percorso di degustazione dei vini, anche una zona dedicata ai migliori vini spumanti del Friuli...

ciclisti

Cicloturismo e vino: Enobikers Norvegesi visitano l’azienda

Cicloturismo e vino in Val di Cornia crescono i visitatori. Erano trenta i ciclisti norvegesi che ieri hanno visitato la nostra azienda, l’agenzia Oliven Reisen, che ogni anno organizza tour di cicloturismo e vino in tutta Italia, ha scelto l’azienda Rigoli come tappa di un loro viaggio di cicloturismo. Durante...

Newsletter

Iscriviti alla newsletter.

Privacy: Acconsento al trattamento dei dati personali

La parola del momento