7 novembre 2016

Olio Toscano per davvero:la nostra raccolta 2016

La raccolta delle olive 2016 si è conclusa da pochi giorni e il nostro “oro verde”, olio toscano, aspetta solo qualche bruschetta per essere assaggiato.

olive 2016 primo piano, olio toscano
I rami curvi degli olivi chiedevano soltanto di essere alleggeriti dal peso delle olive che quest’anno, nella cultivar del frantoiano erano davvero carichi.
Nel complesso, però, la quantità di olive raccolte è stata inferiore alla media. Le ragioni di questo minore raccolto dipendono da vari fattori quali la scarsità di precipitazioni di quest’anno, gli interventi di potatura e dall’annualità della produzione dell’olivo che tende a fare annate produttive altalenanti.
Fortunatamente la nostra zona non ha subito l’aggressione della mosca olearia lasciando i nostri frutti perfettamente sani.
I dati della frangitura ci dicono che la resa media si aggira intorno all’13%; questo dato sta ad indicare che su 100 kg di olive l’olio prodotto corrisponde a 13 kg. E’ un valore molto importante da considerare nella produzione dell’olio; molto spesso il consumatore non conosce quanto lavoro e quali costi ci siano dietro un litro d’olio: la potatura, la lavorazione del terreno, la concimatura, la raccolta, la frangitura ed altri ancora per avere un prodotto dalla scarsa resa. Sono questi valori che occorrerebbe considerare quando si acquista una bottiglia di olio, a maggior ragione se si tratta dell’extravergine  IGP Toscano . Altro dato da considerare è l’acidità. Per essere considerato extravergine non deve superare 0,8%, il nostro olio ha fatto registrare un’acidità particolarmente bassa, 0,2%, un dato che conferma l’alta qualità della nostra produzione.scheda olio igp
Infine la denominazione geografica olio TOSCANO IGP certifica che si tratta di un prodotto proveniente da olive delle cultivar toscane, ovviamente da piante del nostro territorio. Depositato in propri contenitori, giacenti presso la cooperativa Terre dell’Etruria,  ne verrà prelevato un campione che sarà sottoposto alle analisi chimico- fisiche per accertare che i valori siano adeguati alla classificazione IGP. Successivamente un Panel di degustazione passerà all’assaggio per verificare anche dal punto di vista organolettico la bontà e la rispondenza alle caratteristiche dell’Olio IGP Toscano.  Solo allora potrà essere imbottigliato IGP e fregiarsi del noto bollino impresso sulla fascetta “ IGP TOSCANO”.
Anche quest’anno le caratteristiche del nostro olio si sono confermate: all’olfatto si presenta fruttato dal profumo intenso, all’assaggio, sapore pieno, accompagnato da sentori di mandorla e carciofo.

Lo troverete presto da noi in bottiglie da 0,25 – 0,50 – 0,75 lt.

Altre storie

slow food

I vini Rigoli con Slow Food nel Terra madre Day

Come ogni anno Slow Food Costa degli Etruschi organizza una cena evento in occasione del Terra Madre Day, quest’anno la cena si svolgerà presso l’agriturismo Villa Toscana con un menù preparato dallo Chef Giorgio Noccioli e le pietanze saranno accompagnate dai nostri vini (Stradivino, N’Etrusco, L’Assiolo e Magistro). E’...

clima e vino

Clima e Vino, intervista ad Attilio Scienza

  Clima e Vino. A parlarne è il massimo esperto sul tema, il ricercatore Attilio Scienza, Ordinario di Viticoltura e Direttore del Corso di Laurea in Viticoltura ed Enologia dell’Università degli Studi di Milano. Professor Scienza, in che modo risponde la vite ai mutamenti climatici?La vite risponde con i...

Newsletter

Iscriviti alla newsletter.

Privacy: Acconsento al trattamento dei dati personali

La parola del momento